I pirati di Sua Maestà all’arrembaggio delle elezioni

Alle elezioni inglesi del 6 maggio prossimo si presenta anche il Partito Pirata britannico. Riforma del copyright, no alle disconnessioni forzate e rispetto della privacy. Così il movimento spera di emulare il successo dei cugini svedesi

Non solo Nick Clegg. Le elezioni inglesi del 6 maggio prossimo si annunciano particolarmente interessanti per l’improvvisa ascesa del leader dei liberal-democratici, ormai ago della bilancia nella conquista della poltrona di primo ministro. Ma il 43enne Clegg non è l’unica novità di questa tornata elettorale. Tra le curiosità della competizione 2010 si conta infatti anche la presenza del Partito Pirata britannico che si offre per la prima volta al giudizio dei cittadini inglesi.

Riforma del copyright, no alle disconnessioni forzate dalla rete e rispetto della privacy costituiscono gli ingredienti principali della piattaforma del movimento che ha come modello l’analoga organizzazione svedese, capace di raccogliere in patria il 7,13 % dei voti nelle ultime elezioni europee. Anche grazie alla militanza di oltre 50 mila membri, il Piratpartiet occupa oggi 2 seggi a Strasburgo.

Continua a leggere qui

One thought on “I pirati di Sua Maestà all’arrembaggio delle elezioni

  1. I pirati di Sua Maestà all’arrembaggio delle elezioni | Politica Italiana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...