Blog nel 2007: le profezie di Gartner

testata_fem_180.gifAvanti o indietro poco cambia. In questo scorcio di fine anno sia gli sguardi retrospettivi che quelli sul futuro dell’Internet sembrano concentrarsi sulla stessa cosa: la comunità degli utenti e la loro voglia di creare. Guardando ai 365 giorni appena trascorsi, come è noto, Time Magazine ha deciso di affidare la palma di persona (collettiva) dell’anno ai navigatori in quanto nuovi detentori delle chiavi dell’informazione e dell’intrattenimento.

Nemmeno il tempo di esaurire commenti e polemiche ed ecco arrivare, per il 2007, una tesi di Gartner sul medesimo tema ma di segno apparentemente opposto: il fenomeno dei blog e più in generale dei contenuti generati dagli utenti sarebbe infatti vicino a raggiungere la sua vetta. Quanto vicino? Già nella prima metà dell’anno prossimo, afferma la società di analisi e consulenza quando gli appassionati dei diari online raggiungeranno i 100 milioni. Sarà quello, spiegano, il punto più alto; dopodiché, si assisterà a un processo di normalizzazione in cui il fenomeno si stabilizzerà per entrare nella fase di maturità.

“Semplicemente non c’è abbastanza gente – ha spiegato Adam Sarner in un podcast sul sito dell’azienda – perché fenomeni come MySpace o i blog possano continuare a crescere in modo esponenziale come è accaduto finora. Sempre più persone che hanno iniziato a bloggare adesso smettono. In media, questo accade dopo tre mesi dall’apertura del blog o della pagina di un sito sociale”.

Fine del blog e dei contenuti generati dagli utenti, dunque? Non esattamente. La tesi di Gartner è piuttosto l’opposto. Sarà proprio l’anno prossimo, quando l’entusiasmo più contagioso scemerà, che il fenomeno diventerà commercialmente appetibile. “Rimarranno in campo solo i migliori – ha raccontato ancora Sarner – e gli uomini del marketing dovranno riconoscere il potenziale di persuasione di costoro, la loro capacità di influenzare le decisioni delle persone”.

Secondo Gartner solo il 2 per cento degli utenti della rete sono infatti veramente “creativi” e in grado di realizzare per lungo tempo prodotti originali e validi. Il 10-15 per cento, invece, contribuisce in modo saltuario, mentre il 50 per cento si limita a leggere. Quando la scena sarà sgombrata dai dilettanti, insomma, sarà più facile riconoscere i professionisti, i trend-setter e concentrarsi su quelli. Lungi dall’essere la fine del blogging, il 2007 sembra invece segnare, almeno nella testa degli analisti Gartner, l’inizio di una nuova fase, forse meno caotica e rutilante ma economicamente più redditizia. Ma non tutti sono d’accordo con questa analisi, almeno per quanto riguarda i numeri.

Tra i più scettici c’è David Sifry, creatore di Technorati, il più importante motore di ricerca di blog, e periodicamente autore di riflessioni sullo Stato della blogosfera. “Non so dove Gartner abbia preso i suoi dati – racconta Sifry a Finanza & Mercati – ma quel che so per esperienza personale e per anni di analisi dei dati è che è davvero difficile fare previsioni affidabili sul futuro dei blog: ogni volta sono stato sorpreso dalla capacità della blogosfera di continuare a crescere”.

Secondo l’ultimo rapporto redatto da Sifry ci sarebbero 57 milioni di blog in circolazione, il 55 per cento dei quali attivi. Il tasso di crescita, per quanto rallentato rispetto agli anni precedenti, continua ad essere di tutto rispetto visto che la l’insieme dei diari online raddoppia in media ogni 236 giorni con 100 mila nuovi siti creati ogni giorno. A giudicare da queste cifre, insomma, il momento della maturità potrebbe non essere il 2007.

(Finanza & Mercati, 28 dicembre 2006)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...