I profughi della medicina

Non si va in India solo per turismo o per esternalizzare l’It (anche se BusinessWeek ci racconta che Bangalore non è più l’unica destinazione delle aziende ccidentali).

Sempre di più, secondo questo articolo di Wired, la patria di Gandhi è meta di
di turisti un po’ particolaie: americani che vanno alla ricerca di prestazioni mediche che non potrebbero permettersi nel loro Paese.

L’aspetto interessante del fenomeno è che non riguarda interventi di chirurgia plastica, che da tempo sono una delle ragioni di viaggi in Turchia e altre nazioni. Al contrario, a servirsi degli ospedali indiani sono per lo più statunitensi senza assicurazione sanitaria (erano 46 milioni nel 2005). Questi “profughi della medicina”, come li chiama il New England Medical Journal, vanno alla ricerca di cure più essenziali. E il trend aumenterà nei prossimi anni: secondo uno studio condotto da McKinsey e la Confederation of Indian Industry nel 2012 i turisti stranieri spenderanno in India 2 miliardi di dollari per servizi sanitari.

Ora che ci penso, mi viene in mente che quest’estate, in vacanza in India, mi sono comprato un paio di occhiali da vista. E non perchè li avessi perso quelli che avevo, ma perché costavano poco e mi parevano di ottima qualità. Ero un quasi-profugo della medicina e non lo sapevo.

The phenomenon of “medical tourists” — people who casually travel to foreign lands for face lifts or breast implants — has been well documented. But the new exodus of patients are looking for more essential care. Indian hospitals welcome these sick travelers with open arms, often lavishing them with more attention than they could expect in their home country.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...