2:50-50:1: la regola della ricchezza ineguale

bob1.jpgIl 2 per cento degli adulti più ricchi del pianeta possiede la metà della ricchezza globale.

La metà più povera degli abitanti del pianeta si deve accontentare dell’1 per cento della ricchezza complessiva.

Per essere nella metà più ricca basta possedere una ricchezza stimata in 2.200 dollari.

Per rientrare nel 10 per cento più abbiente bisogna possedere beni o risparmi per un equivalente di 61 mila dollari.

All’1 per cento appartengono quelli che possiedono una ricchezza pari a 500 mila dollari (circa 37 milioni di persone)

I dati vengono da uno studio di un istituto di ricerca dell’Onu.

Ne parlano il Financial Times e la Bbc

4 thoughts on “2:50-50:1: la regola della ricchezza ineguale

  1. Caro Mastro, e non potro’ mai chiamarti diversamente, potresti mettere qualche informazione in piu’ sull’istituto di ricerca dell’ONU che menzioni? Essendo argomento di mio interesse te ne sarei oltremodo grato.
    Un saluto dal Marocco

  2. ..e intanto oggi assegnano il premio nobel per la pace a muhammad yunus, ideatore dei micro-prestiti in bangla desh, ottima e riuscita iniziativa per riportare un po’ di equilibrio su ricchezze di ogni tipo — qui mie note perosnali e link a una sua intervista)

  3. @Come pensi lavorerai nei prossimi anni?

    Sto lavorando a questi nuovi materiali della Campagna 2010: Eliminazione Povertà

    http://
    fondo-investimento-etico.blog.kataweb.it/il_mio_weblog/2007/06/sommario_artico.html

    Ho scritto 30 articoli per il momento.

    Ma penso che ne faremo 10-15 spagnolo, inglese e francese e che aprirò un nuovo sito, saranno i materiali ufficiali della campagna per il periodo 2007-2011

    Finora sono stati letti ancora da troppa poca gente per capire quali modifiche vadano fatte

    E poi o non dispero ancora che qualcuno salti fuori e ci produca la Se,rpentina e il Motore, e qualche banca faccia dei fondi veramente etici, ed allora cambierebbero tantissime cose perchè non dovrei impostare sull’autoproduzione del motore e della Serpe,ntina e sull’autogestione del denaro

    Ma è una speranza molto illusoria e quindi credo che dovremo lavorare con questi materiali

    Ho aspettato 4 anni che saltasse fuori qualcuno, ma ho battuto tutto il mondo e niente di niente, nessuno ha le palle per produrre questi prodotti e fare una banca etica e dobbiamo procedere noi clandestinamente per comitati autonomi uno all’insaputa degli altri

    L’assurdo degli assurdi, la polizia non ci difende in nessun modo ed ho istituito anche la polizia privata, la polizia di Sc,hietti.

    Se lavori per me e qualcuno ti fa del male ne paga le conseguenze per migliaia di anni, gli ammazzo tutti i parenti per centinaia di anni uno all’anno.

    Sarà un successone , vedrai, abbiamo già dato la sferzata e si sono messi tutti in moto, adesso c’è solo da proseguire su questa rotta.

    – avanti con i comitati autonomi nonviolenti

    – i festival di cultura popolare abbinati a fondi di investimento etici

    – I giardinetti con gli spazi appositi per i bambini e i campetti per le attività sportive

    – i fondi di investimento etici per finanziare le attività dei comitati autonomi con l’obiettivo in 4 anni di non dover raccogliere più monetine

    – Serpenti,na

    – dinamiche nonviolente schiettiste

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...