Blog d’Egitto

sfinge.gifRipete spesso Chomsky: vivere in un Paese dove è garantito un buon livello di libertà di stampa e di espressione, dove non si è messi automaticamente in carcere perchè si esprimono opinioni “pericolose”, dove non si è torturati o anche uccisi sempicemente per avere pronunciato parole scomode, aumenta le responsabilità degli individui. Quanto più si è liberi, tanto più si ha il dovere di cercare di raccontare la verità.

Questa visione mi torna in mente leggendo, su PeaceReporter (ringrazio Antonio per avermelo fatto scoprire), questo reportage sul crescente ruolo dei blogger e del citizen journalism in Egitto, un fenomeno che supera il conformismo dei media di regime, sfida la censura e il carcere e offre una nuova possibilità di espressione politica e sociale per le generazioni più giovani. Più di tante teorie, le storie e le voci di questi ragazzi ci rivelano concretamente il potenziale di libertà e di emancipazione portato dalla rete.

“Il mondo dell’informazione si rivolge sempre più spesso verso i blog, per cercare di capire cosa bolla in pentola nel nostro paese” commenta Hossam el Hamalawi, giornalista, attivista politico e autore del blog ‘Arabawi’. “I quotidiani egiziani sono, nel novanta per cento dei casi, organi di stampa del potere centrale e non forniscono notizie sui fatti che i lettori possano riscontrare nella vita di tutti i giorni. I blog, pur non pretendendo di essere obiettivi e di sostituire la stampa nel suo compito di formare l’opinione pubblica, riflettono da vicino i cambiamenti della società, e questo suscita l’interesse di tutti, in particolare delle nuove generazioni”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...