La Pa e quei 36 milioni di euro in licenze

photo-money-5.jpg36 milioni di euro all’anno. A tanto ammonta la spesa delle amministrazioni pubbliche locali del nostro Paese per licenze d’uso del software. Il quasi 5 per cento della spesa totale It dei Comuni, il 2 per cento delle regioni, l’1,81 delle comunità montane.

Le cifre sono fornite da una ricerca targata Netics che si propone di offrire strumenti per individuare margini di risparmio nell’acquisizione di prodotti software a elevata diffusione. Su questo argomento e sull’opportunità da parte delle Pa di passare all’open source ne discutiamo nello speciale Pa sul numero di Vision in edicola questo mese.

Rapportando il volume di spesa in licenze d’uso per prodotti “client base” alla spesa totale in Information Technology (IT) della Pubblica Amministrazione Locale italiana, si evince che Comuni e Province destinano al pagamento di licenze “base” quasi il 5% della propria spesa totale IT; le Regioni si attestano intorno al 2% della propria spesa totale, mentre le Comunità Montane rimangono al di sotto di tale soglia con un 1,81%.
La notizie è stata segnalata anche da Paolo, vera autorità in materia di per tutto ciò che riguarda tecnologie e amministrazioni pubbliche.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...